Aboca aderisce al progetto "Adotta una pianta" | Aboca

Aboca aderisce al progetto "Adotta una pianta"

adotta una pianta

19/12/2018

In linea con la propria mission aziendale rivolta al perseguimento del Bene Comune e recentemente istituzionalizzata a livello legale con la trasformazione in Società Benefit, Aboca aderisce al programma di compensazione delle emissioni di CO2 del proprio parco auto, composto da 133 auto in Italia e 113 all’estero, tra Spagna, Polonia e Francia.

Di cosa si tratta         
Adotta una Pianta è un programma di riforestazione dell’area di Monte Vicchi, nella riserva naturale Alpe della Luna collocata sopra le colline di Sansepolcro in provincia di Arezzo e devastata nel 2015 da eccezionali eventi climatici. Il progetto di riforestazione è condotto da Progetto Valtiberina in collaborazione con l’Unione dei Comuni e si applica su un terreno demaniale che va ad aggiungersi al piano di rimboschimento già sviluppato dall’Ente. L’iniziativa si apre ai singoli cittadini e alle aziende con l’invito a partecipare attivamente. Come? Calcolando in modo semplice e automatico, attraverso l’utilizzo di un apposito format web, le emissioni della propria auto e compensarle con l’acquisto della propria ‘quota alberi’. Cittadini e aziende hanno così uno strumento in più per agire concretamente a favore del Pianeta. Il progetto prevede che l’Unione dei Comuni gestisca la riforestazione e le attività ad essa connesse, i cui costi ammontano a 10.000 euro per ettaro.    

Il contributo di ogni singolo individuo
Collegandosi al link http://www.progettovaltiberina.it/adotta-una-pianta/ é possibile determinare in modo preciso quanti alberi occorrono per neutralizzare la propria personale emissione inquinante, finanziare la relativa piantumazione e ricevere la vetrofania da applicare alla macchina  che fungerà da auto-promozione green presso gli altri automobilisti, con l’auspicio di generare sensibilizzazione sull’argomento coinvolgendo, oltre alla comunità della Valtiberina, l’intero territorio nazionale.
Abete, roverella, acero, frassino, quercia. Sono queste le specie arboree selezionate che andranno a ripopolare il terreno demaniale, con una densità auspicata di 860 piante a ettaro.

Due alberi per compensare 25.000 km all’anno
Immettendo nell’apposito format online i dati relativi alle emissioni delle autovetture - alimentazione, cilindrata, anno di immatricolazione e km percorsi annualmente - si riceverà automaticamente il computo delle emissioni di CO2 e il relativo numero di alberi necessari per la compensazione. Un esempio: se si possiede una macchina diesel, con cilindrata 1600, anno di immatricolazione 2016, km annui circa 25.000, per compensare le emissioni, che il software calcolerà essere pari a 270 kg di CO2, si potranno acquistare 2 alberi, come da risultato di algoritmo. La somma per l’acquisto dei due alberi, pari a euro 25,00, potrà essere versata a titolo di erogazione liberale all’Associazione Progetto Valtiberina e sarà integralmente deducibile. L’Unione dei Comuni gestirà la riforestazione e le attività ad essa connesse.

Progetto Valtiberina, inoltre, offre alle aziende una consulenza gratuita per quantificare le emissioni generate annualmente delle flotte auto.

CO2 stoccata da ogni singolo albero durante tutta la sua vita
Per il calcolo della CO2 stoccata da ogni albero, Progetto Valtiberina si è avvalso di PNAT, centro di ricerca dell’Università degli Studi di Firenze. I calcoli sono stati effettuati sulla base delle caratteristiche climatiche della zona, reperite dalla stazione meteorologica di Sansepolcro. Per il calcolo della CO2 stoccata da ogni albero è stata considerata una durata di vita media dell’albero di 60 anni e una condizione di piantumazione con parziale ombreggiatura data dalla densità dell’impianto. In base a queste caratteristiche, PNAT ha stimato che la CO2 assorbita e stoccata dal bosco durante i suoi 60 anni di vita sarà di 1165.2 tonnellate/ha.

Per aderire al progetto consultare il sito: http://www.progettovaltiberina.it/adotta-una-pianta/

ufficiostampa@aboca.it
Gaia Morelli, tel. 0575 746 773, cell. 337 1164319, mail: gmorelli@aboca.it
Davide Mercati  0575 746 329, cell. 366 6875645, mail: dmercati@aboca.it