La posizione del Gruppo Aboca sul “caso curcumina” | Aboca

La posizione del Gruppo Aboca sul “caso curcumina”

News - 07/06/2019

Con riferimento alle segnalazioni con cui le autorità sanitarie hanno disposto, alla data del 5 Giugno, la sospensione del consumo di alcuni lotti di 17 integratori alimentari a base di curcumina altamente purificata per valutare se vi sia una correlazione tra il loro consumo e alcuni casi di epatite colestatica acuta, non infettiva e non contagiosa, il Gruppo Aboca ritiene importante sottolineare che tale circostanza non si riferisce né può essere estesa a tutti i prodotti che contengono Curcuma ed estratti di Curcuma standardizzati ma non purificati.

Questi infatti si differenziano dalla curcumina di cui sopra per contenere le sostanze complesse naturalmente presenti nella Curcuma da cui derivano i benefici salutistici di questa pianta e dei suoi estratti. Tra queste sostanze vi è appunto la curcumina, ma con livelli di concentrazione non paragonabili a quelli impiegati nei prodotti oggetto di indagine e non raggiungibili nel rispetto della naturalità della materia prima e dell’impiego alimentare.

Ciò premesso, comunichiamo che non vi sono elementi di rischio relativi ai seguenti prodotti Aboca e Planta Medica contenenti curcuma ed estratti di curcuma:

  • Epakur Advanced (tutte le referenze della linea a marchio Aboca)
  • Epakur (tutte le referenze della linea a marchio Planta Medica prodotte da Aboca)
  • Lenodiar Adulti (Aboca)
  • Epurderm Neodetox (Planta Medica, prodotto da Aboca)
  • Fitomagra On Dieta (Aboca)


Pertanto, tutti i lotti in commercio dei suddetti prodotti possono essere acquistati ed utilizzati in sicurezza conformemente alle indicazioni riportate in etichetta.

Curcuma