Buon viaggio anche al tuo intestino | Aboca

Buon viaggio anche al tuo intestino

Buon viaggio anche al tuo intestino

NON FARTI SORPRENDERE DAI CATTIVI COMPAGNI DI VIAGGIO

DIARREA - STIPSI EVACUATIVA - EMORROIDI

Che sia per piacere o per lavoro, il viaggio è una situazione che può mettere a dura prova il nostro intestino e la sua regolarità.

Alimentazione scorretta e veloce, scarsa idratazione, sbalzi di temperatura, cambiamento di abitudini e contatto con nuovi tipi di virus, batteri o parassiti possono portare a delle conseguenze sgradevoli.

Il risultato è rappresentato da compagni di viaggio particolarmente fastidiosi come diarrea, stipsi o sindrome emorroidaria che sono fonte di imbarazzo e disagio, soprattutto quando siamo lontani da casa.

Disturbi in viaggio

DIARREA

A causare la diarrea sono microrganismi di diverso tipo (batteri, virus, parassiti intestinali) con i quali possiamo entrare in contatto tramite l’ingestione di acqua e cibi contaminati. Quando l’organismo avverte la presenza di questi microrganismi nell’intestino cerca di eliminarli rapidamente, servendosi della diarrea come meccanismo fisiologico di difesa. Sarà quindi opportuno intervenire nella fase acuta della diarrea, senza bloccare l’intestino, riducendo i sintomi, accelerando il processo di guarigione e il ripristino della funzionalità intestinale.

LENODIAR

Contrasta la diarrea riequilibrando l’intestino

SONO DISPOSITIVI MEDICI CE 0477

STIPSI EVACUATIVA

La stipsi evacuativa è dovuta ad un aumento del tempo di permanenza delle feci nell’ultima parte dell’intestino. In questa condizione si ha un accumulo di materiale fecale secco e duro a causa di un eccessivo riassorbimento dei liquidi: le feci vengono emesse in maniera infrequente e con difficoltà e/o dolore a causa della loro consistenza. In questi casi è necessario intervenire localmente con uno stimolo equilibrato che liberi l’intestino velocemente senza irritare.

MELILAX

Libera l’intestino senza irritare, proteggendo la mucosa rettale

SONO DISPOSITIVI MEDICI CE 0373

EMORROIDI

Le emorroidi sono dei cuscinetti vascolari che, per vari motivi, possono aumentare di volume con conseguente ristagno di sangue e innesco di un processo infiammatorio che causa dolore, bruciore e prurito. Alla base ci può essere una familiarità con questo tipo di problemi ma anche sedentarietà o particolari condizioni lavorative (stare in piedi per lungo tempo, sforzi prolungati); stipsi o diarrea; una dieta povera di fibre e liquidi, cibi piccanti, alcool. In questi casi è utile proteggere e lubrificare l’area coinvolta per ridurre il contatto con gli agenti irritanti e donare sollievo.

NEOFITOROID

Allevia dolore, bruciore e prurito proteggendo la mucosa

SONO DISPOSITIVI MEDICI CE 0373


Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’uso. Aut min del 04/06/2019

SEMPLICI PRECAUZIONI PER EVITARE INCONVENIENTI DURANTE IL VIAGGIO:

IN CASO DI DIARREA

  • Bere sempre acqua in bottiglia o bevande in lattina evitando di raffreddarle con ghiaccio fatto con acqua di rubinetto.
  • Evitare l’utilizzo di acqua di rubinetto per lavarsi i denti, prediligere l’acqua in bottiglia.
  • Mangiare solo pietanze ben cotte, evitare cibo acquistato in strada.
  • Sbucciare la frutta prima di mangiarla.
  • Rispettare le normali pratiche igieniche.

IN CASO DISTISPI

  • Evitare il consumo eccessivo di pietanze estranee alle proprie abitudini alimentari e mantenere il giusto apporto di fibre (frutta e verdura).
  • Cercare di mantenere anche la propria regolarità nel tempo dedicato all’intestino.
  • Evitare di consumare quantità eccessive di caffè o alcol, che favoriscono la disidratazione dell’organismo.

IN CASO DIEMORROIDI

  • Nelle lunghe trasferte in auto, in treno o aereo muovere le gambe e alzarsi per camminare almeno ogni ora.
  • Evitare cibi irritanti favorendo un’alimentazione ricca di fibre.
  • Bere ogni giorno almeno 1,5/2 litri d’acqua per mantenere la giusta idratazione.
  • Mantenere una corretta igiene intima con un adeguato detergente.
  • In estate o in luoghi di vacanza più caldi facciamo attenzione a non esporsi al sole nelle ore più calde.